giovedì 17 dicembre 2009

Appunti 1: Appunti sull'adattamento di un testo musicale.

Appunti 1.0:
…Versione o Traduzione?
Come ci si dovrebbe avvicinare all’adattamento di un testo….secondo me.


Per parlare di come tradurre un testo, è necessario partire dal modo in cui approcciarsi ad esso.

Esiste una grande differenza tra “traduzione” e “versione/adattamento”: nella prima l’autore si limita a trasporre il testo da una lingua ad un’altra, così com’è, nella seconda l’autore traduce il testo cercando di conservare anche le varie informazioni metalinguistiche di esso, rendendolo perfettamente godibile anche nella lingua d’arrivo.

Il peggior errore che si possa fare in via di adattamento è proprio quello di partire con l’idea di fare una traduzione dell’originale: in questo modo si viene a creare un’opera che, pur seguendo pedissequamente l’originale, ne perde la freschezza, la bellezza e l’ “originalità”: in pratica un testo senz’anima; purtroppo, contrariamente a quanto si possa pensare, questo problema affligge anche produzioni molto blasonate (come Notre Dame de Paris , o alcuni lungometraggi Disney) .

Mentre in una traduzione non si puo’ far altro che perdere informazioni, in una versione l’autore puo’ permettersi di “aggiungere” idee nuove e proprie per ridare un po’ di quell’originalità che il testo perde inevitabilmente in fase di traduzione, specialmente se si tratta di versi.

Per quanto riguarda più specificamente l’adattamento di un testo in versi o di una lirica, il testo ben fatto è quel testo che è talmente naturale da sembrare originale:

Esistono moltissimi casi di canzoni che noi conosciamo in traduzione senza spesso saperlo: Da My Way a Les Misérables passando per il Ballo del qua qua.

Ovviamente traducendo una canzonetta si ha più libertà rispetto al tradurre un libretto o della musica teatrale; la canzonetta, fine a sé stessa, ci lascia più liberi d’interpretare la musica, mentre un testo che fa parte di un’opera teatrale dovrà contenere obbligatoriamente gli elementi necessari a far progredire la trama.

In ogni caso però, la prima cosa che dobbiamo avere in mente è che si tratta di una Canzone, una piccola opera d’arte, traducendola bisogna perciò curarne lo stile nei minimi particolari, la metrica, le figure retoriche, le rime, il senso: tutto ciò che non ci piacerebbe sentire in una canzone originale non deve entrare nemmeno tra i versi di una traduzione, specialmente se si tratta di banalità.

1 commento:

Andrea ha detto...

Interessantissimo! Grazie per aver condiviso questi appunti, non vedo l'ora di leggerne altri.