lunedì 28 dicembre 2009

Libero sfogo: Notre Dame de Paris....un adattamento indegno

Vorrei dire due parole sul tanto osannato spettacolo Notre Dame de Paris.
Soffermandomi in particolare sui testi.

L'autore Richard (Riccardo) Cocciante:
Per quanto noi italiani lo sentiamo come nostro, teatralmente parlando, è un autore che si ricollega al fiorente filone (benché da noi sconosciuto) delle Comédies Musicales francesi; Notre Dame de Paris è infatti in tutto e per tutto uno spettacolo di stampo Francese,e scritto PER i francesi, sottintendendo molte parti della trama.

Le messinscena a confronto.

Per farvi un'idea di cio' di cui sto parlando, qui potete vedere i video di entrambe le edizioni:

Fra http://www.youtube.com/watch?v=r7vN2RL0te4
Ita http://www.youtube.com/watch?v=yaXxpDQrPek


Come nelle pellicole di bassa qualità, per distrarre lo spettatore da una trama insipida si utilizzano gli effetti speciali; così negli spettacoli si cerca di stordire lo spettatore con la bellezza dei particolari, così che non possa prestare troppa attenzione alla drammaturgia in sé.

Confrontando le edizioni si puo' vedere come l'edizione francese sia molto piu' " semplice", mentre nell'edizione italiana tutto sia molto piu' curato e spettacolare:
Interpreti scelti anche nell'aspetto, perfettamente entrati nel ruolo, costumi piu' curati, scenografie maestose, un esercito di ballerini dappertutto: tutto cio' per "far funzionare" uno spettacolo i cui testi (spesso rozzi) non stanno nemmeno sulla musica.
Se avesse avuto la stessa messinscena francese, forse sarebbe stato un fiasco.

Uno spettacolo teatrale non dovrebbe contare sulle scenografile, ma dovrebbe reggersi sulla musica e sul testo, così da poter funzionare in ogni condizione: dal teatrino di provincia all'arena gigantesca.

I parolieri:
Luc Plamondon:
Da buon conoscitore della scena francese, Cocciante, affidò i testi del suo spettacolo al celeberrimo paroliere canadese Luc Plamodon (praticamente il Mogol francese).
Già autore negli anni '80 della famossima Comédie, la prima interamente musicale, Monopolis [Tradotto col titolo di Starmania da Tim Rice in inglese].
In originale NDP, dunque, presenta dei testi, ben rifiniti, rimati e strutturati, con una buona metrica e decisamente ascoltabili.

La traduzione delle liriche in italiano, probabilmente piu' per questioni di amicizia che di vero talento, viene affidata a

Pasquale Panella: ma chi è costui?
Nelle biografie viene definito "paroliere di Battisti", in realtà è stato il paroliere del Battisti "peggiore" e presto dimenticato, poiché i suoi testi risultavano spesso troppo metafisici, e dunque non venivano compresi e apprezzati.

Se però In una canzonetta un testo metafisico "alla Battiato" si puo' accettare, in un testo teatrale no; in teatro la musica deve coinvolgere subito: è necessario che sia gli interpreti, sia gli spettatori si riconoscano nel testo stesso (operando la catarsi di aristotelica memoria), altrimenti i cantanti, pur bravi, si straniano e gli spettatori si annoiano.

Sinceramente mi dà ai nervi quando viene intervistato e pieno di sé, dice di non aver "tradotto" i testi, ma averli "riscritti"...

A mio parere se NDP si salva è proprio grazie a quel poco poesia che filtra da un ottimo originale:
E' proprio grazie al fatto di non potersi distaccare troppo dall' originale a far mantenere a NDP un minimo di senso, di sonorità e dolcezza; dato che quando i testi li scrive di suo pugno (Giulietta e Romeo) forse riesce a fare pure peggio. :-)


Dite la vostra:

Rispondete cliccando sulla risposta scelta.
Se volete motivate le risposte.

Ritenete che Pasquale Panella come traduttore di Notre Dame de Paris di Cocciante sia stato all altezza del compito affidatogli?

poll image








giovedì 17 dicembre 2009

Appunti 1: Appunti sull'adattamento di un testo musicale.

Appunti 1.0:
…Versione o Traduzione?
Come ci si dovrebbe avvicinare all’adattamento di un testo….secondo me.


Per parlare di come tradurre un testo, è necessario partire dal modo in cui approcciarsi ad esso.

Esiste una grande differenza tra “traduzione” e “versione/adattamento”: nella prima l’autore si limita a trasporre il testo da una lingua ad un’altra, così com’è, nella seconda l’autore traduce il testo cercando di conservare anche le varie informazioni metalinguistiche di esso, rendendolo perfettamente godibile anche nella lingua d’arrivo.

Il peggior errore che si possa fare in via di adattamento è proprio quello di partire con l’idea di fare una traduzione dell’originale: in questo modo si viene a creare un’opera che, pur seguendo pedissequamente l’originale, ne perde la freschezza, la bellezza e l’ “originalità”: in pratica un testo senz’anima; purtroppo, contrariamente a quanto si possa pensare, questo problema affligge anche produzioni molto blasonate (come Notre Dame de Paris , o alcuni lungometraggi Disney) .

Mentre in una traduzione non si puo’ far altro che perdere informazioni, in una versione l’autore puo’ permettersi di “aggiungere” idee nuove e proprie per ridare un po’ di quell’originalità che il testo perde inevitabilmente in fase di traduzione, specialmente se si tratta di versi.

Per quanto riguarda più specificamente l’adattamento di un testo in versi o di una lirica, il testo ben fatto è quel testo che è talmente naturale da sembrare originale:

Esistono moltissimi casi di canzoni che noi conosciamo in traduzione senza spesso saperlo: Da My Way a Les Misérables passando per il Ballo del qua qua.

Ovviamente traducendo una canzonetta si ha più libertà rispetto al tradurre un libretto o della musica teatrale; la canzonetta, fine a sé stessa, ci lascia più liberi d’interpretare la musica, mentre un testo che fa parte di un’opera teatrale dovrà contenere obbligatoriamente gli elementi necessari a far progredire la trama.

In ogni caso però, la prima cosa che dobbiamo avere in mente è che si tratta di una Canzone, una piccola opera d’arte, traducendola bisogna perciò curarne lo stile nei minimi particolari, la metrica, le figure retoriche, le rime, il senso: tutto ciò che non ci piacerebbe sentire in una canzone originale non deve entrare nemmeno tra i versi di una traduzione, specialmente se si tratta di banalità.

....Appunti...

Occupandomi per passatempo da ormai quasi dieci anni di “versioni ritmiche italiane” (così si chiamano), credo di aver acquisito una discreta padronanza della materia, e volevo qui buttar giù un paio di appunti sparsi, che forse potranno essere utili a coloro che decideranno di cimentarsi in questo strano tipo di “arte”.

martedì 15 dicembre 2009

Disney - Pocahontas - Colors of the Wind - Versione italiana alternativa (Versione ufficiale a fronte)

Stavolta mi sono voluto togliere uno sfizio, ho voluto "sfidare" i professionisti del campo... per vedere se riuscivo a fare addirittura meglio.... presunzione? forse un po'... Metto a confronto le tre versioni... quella mia e quella del noto "Michele Centonze" (premio Oscar per gli adattamenti) ...a voi la sentenza.




















































































































































































































































































































































































































































































Per te sono io la
selvaggia



You think I'm an
ignorant savage



Tu pensi che io sia una
selvaggia



Hai visitato il mondo, ti credi esperto ormai



And you've been
so many places I guess it must be so



mentre tu ha girato il mondo
e questo io lo so..



riflettici: chi è



But still I
cannot see



Ma dimmi allor perchè,



più selvaggio tra me e te?



If the savage one
is me



se selvaggia chiami me









Ci sono molte cose che non sai!



How can there be
so much that you don't know?



ci sono tante cose che non
sai.









Tu vedi solamente in questo
mondo



You think you own
whatever land you land on



Tu credi che ogni cosa ti
appartenga



risorse da sfruttare come
puoi



The Earth is just
a dead thing you can claim



La Terra e ogni paese dove vai



Ma ascolta la natura nel
profondo



But I know every
rock and tree and creature



Ma sappi invece che ogni
cosa al mondo



sentirai che ha una propria
identità!



Has a life, has a
spirit, has a name



E' come te ha uno spirito e
ha un perchè











Impara a non odiare tutti
quanti



You think the
only people who are people



Tu credi che sia giusto in
questo mondo



non sono proprio come tu li
vuoi



Are the people
who look and think like you



Pensare e comportarsi come
te



rispetta ogni creatura che
hai davanti



But if you walk
the footsteps of a stranger



Ma solo se difenderai la
vita



e vedrai che tutto un mondo
si aprirà:



You'll learn
things you never knew you never knew



Scoprirai le tante cose che
non sai









Sai gridare insieme al lupo
nell'oscurità



Have you ever
heard the wolf cry to the blue corn moon



Hai sentito il lupo che
ulula alla luna blu



stregato dalle stelle di lassù?



Or asked the
grinning bobcat why he grinned?



Che sai tu della lince che
ne sai



o cantare insieme al vento
di montagna



Can you sing with
all the voices of the mountains?



Sai cantare come cantan le
montagne



dipingendo col suo soffio il
cielo blu?



Can you paint
with all the colors of the wind?



Pitturare con il vento i
suoi color







Riscoprendo un po' d'amore
nel tuo cuor



Dai corri insieme a me nella
foresta



Come run the
hidden pine trails of the forest



Dai corri insieme a me nella
foresta



respira il vento della
libertà!



Come taste the
sunsweet berries of the Earth



Fai entrare un po' di sole
dentro te





Non vedi quale gran ricchezza
è questa



Come roll in all
the riches all around you



Vedrai che non c'è bene più
prezioso



che la terra senza chiedere
ti dà?



And for once,
never wonder what they're worth



E così la ricchezza
scoprirai











Il fiume è come fosse mio
fratello



The rainstorm and
the river are my brothers



Il fiume e i lampi sono miei
fratelli





aironi e lontre sono uguali
a me



The heron and the
otter are my friends



E gli animali sono amici
miei



ognuno è come un piccolo
tassello



And we are all
connected to each other



Insieme nel segreto della
vita



di quel cerchio che si
chiama eternità!



In a circle, in a
hoop that never ends



In un cerchio che per sempre
esisterà















Dov'è che nasce il sole?



How high will the
sycamore grow?



Chi sa la vita che cos'è





chiedi all'aquila



If you cut it
down



Se la fermerai



e lo scoprirai!



Then you'll never
know



neanche tu saprai









Vieni e canta insieme al
lupo nell'oscurità,



And you'll never
hear the wolf cry to the blue corn moon



E non sentirai quel lupo e
il suo pregare mai





Rifiuta i pregiudizi ed anche tu



For whether we
are white or copper skinned



Almeno fino a che non lo
vorrai



potrai un giorno, con il vento di montagna,



We need to sing
with all the voices of the mountains



Non distinguere il colore
della pelle



imparare a colorare il cielo
blu.



We need to paint
with all the colors of the wind



E una vita in ogni cosa
scoprirai









questa Terra non sarà



You can own the
Earth and still



E la Terra sembrerà



solo terra per chi sa



All you'll own is
Earth until



Solo terra finchè tu









già dipingere col vento il
cielo blu.



You can paint
with all the colors of the wind



con il vento non dipingerai
l'amor.